Violins of Hope: mostra dei violini dell'Olocausto

27/09/2019 at 10:00 in Red Room

Cremona Musica celebra il progetto Violins of Hope ospitando alcuni dei violini di questa emozionante esposizione, che racconta la storia dell’olocausto attraverso i violini autentici delle vittime. Alcuni degli strumenti (che saranno visibili dal 27 e il 29 settembre) verranno anche suonati in concerto dal violinista turco Cihat Askin.

A Cremona Musica arriverà anche Amnon Weinstein, ideatore e fondatore di “Violins of Hope”, che ritirerà anche il Cremona Musica Award per il miglior progetto. I Cremona Musica Award sono il riconoscimento istituito da CremonaFiere per premiare ogni anno i protagonisti della musica internazionale che si distinguono per il loro contributo alla diffusione dei valori della grande musica. I premi vengono consegnati ogni anno a Cremona durante Cremona Musica.

Al progetto “Violins of Hope” è stata riconosciuta la capacità di raccontare la grande storia, ma soprattutto le storie individuali delle vittime dell’olocausto, attraverso l’originale lente della musica e dei violini. In questo modo lo spettatore è portato a comprendere l’orrore di quegli anni, a riflettere sulle singole storie, ma anche sul valore della musica e degli strumenti musicali per l’uomo, soprattutto in un momento così drammatico.

Gli strumenti sono stati raccolti e restaurati dallo stesso Amnon Weinstein, liutaio israeliano che si è diplomato alla Scuola di Liuteria di Cremona. “Violins of Hope” ha fatto negli ultimi anni il giro del mondo: i violini della raccolta sono stati esposti e suonati in molte città degli Stati Uniti, ma anche in Europa.

 

Organizzazione: CremonaFiere