Presentazione del volume "Omaggio a Mario Castelnuovo - Tedesco", a cura di Piero Bonaguri

28/09/2018 at 15:00 in Area Edizioni Musicali

Il presente volume nasce dal desiderio di rendere omaggio in modo fresco e vivo al grande compositore Mario Castelnuovo - Tedesco, nel cinquantesimo anniversario della sua scomparsa. Gli otto brani che lo compongono, scritti da noti compositori italiani (ma anche da selezionati giovani talenti della composizione che stanno iniziando la loro carriera), sono spesso ispirati a forme musicali usate dallo stesso Castelnuovo - Tedesco, come gli "Appunti" di Filippo Ferruggiara (sul cromatismo), Daniele Mandonico (sulle undicesime), Marco Reghezza (che "completa" un appunto dodecafonico lasciato incompiuto da Castelnuovo), o come la "Greeting Card" sul nome di Mario Castelnuovo - Tedesco scritta da Paolo Ugoletti; mentre in qualche caso ("Sonatina" di Reghezza ed "Ouverture" di Alessandro Spazzoli) i compositori hanno preso spunto da temi melodici del Maestro.

Piero Bonaguri, che ha commissionato i lavori e ne ha curato la pubblicazione nella collana di musica contemporanea che dirige per Ut Orpheus (dove ha già pubblicato volumi in omaggio a Segovia, Rodrigo, Tarrega, Corelli) presenta ed esegue dal vivo alcuni brani della raccolta.

 

 

Piero Bonaguri svolge attività concertistica in oltre cinquanta Paesi nei cinque continenti (ONU, Carnegie Hall di New York, Biennale di Venezia, Ravenna Festival, South Bank di Londra, Guggenheim di Bilbao, Museum of Western Arts di Tokyo, Pomeriggi Musicali, Sagra Malatestiana, ecc.), ha inciso una ventina di dischi (integrale di Villa – Lobos per Universal, ed inoltre Naxos, ASV, EDI-PAN, Phoenix , Bongiovanni, ecc. ) e circa 4/500 nuove opere per e con chitarra sono state scritte per lui da numerosi compositori contemporanei (Guarnieri, Cappelli, Solbiati, Paccagnini, Ugoletti, Anzaghi, Benati, Molino...) Dirige una collana di Musica contemporanea per Ut Orpheus di Bologna ed ha scritto un volume sulla collaborazione tra chitarrista e compositore pubblicato da Ut Orpheus e presentato a Frankfurt MusikMesse 2015. Premio “Città di Fiuggi” 2015 per la produzione editoriale. Ha collaborato con RAI, BBC, ABC, con solisti quali Alirio Diaz, Maxence Larrieu, Oscar Ghiglia, Ulìses Passarella, Daniela Uccello, Enzo Porta ed altri, e con editori quali Ricordi, Suvini Zerboni, Curci, Edi-Pan e Bérben. E’ docente di chitarra al Conservatorio di Bologna ed in numerosi corsi e masterclasses, tra cui quelli di Accademia Pianistica di Imola, Royal Academy di Londra, Bruxelles, Lyon, Stoccolma, Graz, Conservatori di Milano, Alessandria, Trieste, Eisenstadt, Salamanca, Vilnius, Università di Città del Messico, Hong Kong Arts Centre... Fa parte della giuria di importanti concorsi internazionali (Tarrega, Llobet, Pujol, Barrios, Villa – Lobos, Giuliani...). È membro del Comitato del Convegno di Alessandria e di Hauser Foundation.
Ha terminato gli studi di chitarra con il massimo dei voti e lode presso il Conservatorio di Parma con Enrico Tagliavini. Diploma di Merito della Accademia Chigiana di Siena, ha studiato con Alirio Diaz, Oscar Ghiglia, di cui è stato assistente, e Segovia, che scrisse di lui: “ avrà presto un nome illustre tra i migliori chitarristi di questo tempo”.
Così la critica intenazionale: “A Master of the guitar…Spellbinding artistry” ( The Washington Post); “ Most inspired rendering…” ( The New York Times);” A lesson in assured mastery” (“ Herald Sun,”, Melbourne), “Skillful and stylish ” (Classical Guitar); “Marvelous performance” ( Gendai Guitar), “Ispirato e generoso” (A. Gilardino, Suonarenews) .


Organizzazione: Ut Orpheus

 

Ut Orpheus